PREVISIONE PER DOMENICA 31 MAGGIO 2020

HOME PRETEMP

COME LEGGERE LA PREVISIONE  LEGENDA ABBREVIAZIONI  

SEGNALAZIONI - STORM REPORT

Valida dalle ore 00.00 alle 24.00 UTC di domenica 31 maggio 2020  

TESTO BREVE

Una serie di onde depressionarie a tratti instabili continueranno ad affluire in quota da Nord-Est, scorrendo su buona parte dei comparti centrali e meridionali del dominio previsionale durante il fine settimana. Determineranno ancora la formazione di temporali multicellulari scarsamente organizzati da debole a moderata intensità. Per la giornata di domenica 31/05 è stato predisposto un livello di pericolosità 0, valido per le regioni centro-meridionali appenniniche/sub-appenniniche di: Lazio, Marche, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata e Puglia meridionale. Locali episodi temporaleschi di debole intensità, seguiti da attività elettrica, potrebbero svilupparsi anche a ridosso delle Alpi occidentali, Prealpi centrorientali e verso l’Appennino Tosco-Emiliano, dove è stato emesso un livello di pericolosità 0 per piogge e grandinate finanche i settori pedemontani.

FENOMENI ATTESI
NOTA: nella tabella vengono riportati i livelli di rischio previsti per ciascun fenomeno. Il livello di rischio massimo tra i 4 corrisponde a quello riportato sulla cartina di previsione. Si differenziano le zone con livelli di rischio diversi, disponendole su righe diverse.

  Forti piogge Grandinate Forti venti Tornado

Alpi occidentali, centrali, orientali e Appnnino Tosco-Emiliano a livello 0

0 0    

Regioni centrali e meridionali a livello di pericolosità 0 (Isole Maggiori comprese)

0 0 0 0*/ 0

     * trombe marine

DISCUSSIONE

In media e alta troposfera flussi a componente ciclonica saranno ancora convogliati dai quadranti Nord-orientali verso il Mar Adriatico e l’Italia, lungo il bordo discendente di una vasta circolazione depressionaria collocata e bloccata già da diversi giorni con centro di massa sui Carpazi. Dalle prime ore di domenica 31/05 il minimo orografico alla mesoscala, formatosi recentemente in attiguità dell’Appennino centrale e meridionale, traslerà verso S-E in direzione dell’Adriatico meridionale e del Canale d’Otranto, pilotato perennemente dallo stesso sistema di bassa pressione nell’Est Europa (in evoluzione a saccatura). Seguirà un graduale consolidamento della pressione atmosferica sui mari occidentali, a Ovest della Sardegna e sulle aree della Sicilia di Ponente, con condizioni meteorologicamente più stabili. Sulle restanti regioni rientranti nel livello di pericolosità 0 i temporali avranno un innesco causato dal sollevamento orografico forzato della massa d’aria, concordemente ad un gradiente termico verticale moderatamente instabile per l’aria più fredda in quota tuttora presente. Il lapse rate (700-500 hPa) si attesterà sui 7-7.5°C/km, specie sui rilievi del Lazio meridionale, sulle zone interne della Campania (tra Matese, Sannio ed Irpinia) fino alla Basilicata occidentale e il Salento, luoghi in cui il DL shear 0-6km resterà costantemente tra i 15-20 m/s in velocità in un indice di energia potenziale sui 800 J/kg. Gli indici d’instabilità saranno nuovamente sufficienti al sostentamento di sistemi temporaleschi multicellulari semi-stazionari da debole a moderata intensità, con possibili accumuli precipitativi localizzati >30 mm nel caso di rovesci più persistenti o nubifragi (PWAT=30mm). Inoltre non si escludono dei rovesci grandinigeni con accumuli al suolo a dimensioni variabili ≥ 5/10 mm di diametro.

…rischio di trombe marine…

Saranno possibili delle trombe marine al primo mattino sul Mar Tirreno meridionale tra le Isole Eolie e i bacini costieri della Sicilia settentrionale. Non si escludono dei deboli vortici anche al largo del Mar Adriatico meridionale e del Canale d’Otranto.

Tutti i fenomeni tenderanno a cessare dalla sera.

 

Emessa sabato 30 maggio 2020 alle ore 16.00 UTC

Previsore: ROTUNNO

 

Licenza Creative Commons
Questa previsione è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.