PREVISIONE PER LUNEDÌ 01 GIUGNO 2020

HOME PRETEMP

COME LEGGERE LA PREVISIONE  LEGENDA ABBREVIAZIONI  

SEGNALAZIONI - STORM REPORT

Valida dalle ore 00.00 alle 24.00 UTC di lunedì 01 giugno 2020  

TESTO BREVE

Nel primo giorno di giugno la circolazione atmosferica sull’Italia Centro-Meridionale e sui Balcani si manterrà ciclonica. Un nucleo freddo andrà assorbendosi tra la Puglia e l’Albania nelle primissime ore del giorno. Delle infiltrazioni fresche permarranno attive specie sul Sud Italia, determinando dell’instabilità localmente di rilievo.

Un livello 0 è stato emesso su buona parte del Centro-Sud Italia (riferimento particolare a versante tirrenico tra Calabria, Calabria e sulla Basilicata) per piogge, grandine e trombe marine.

Un livello 0 è stato emesso sulle Alpi e le Pianure del Basso Piemonte per piogge e grandine di piccole dimensioni, non escludendo accumuli al suolo vista la semi-staticità dei temporali.

Su entrambe le aree a livello 0 non si escludono locali eventi di flash flood.

FENOMENI ATTESI
NOTA: nella tabella vengono riportati i livelli di rischio previsti per ciascun fenomeno. Il livello di rischio massimo tra i 4 corrisponde a quello riportato sulla cartina di previsione. Si differenziano le zone con livelli di rischio diversi, disponendole su righe diverse.

  Forti piogge Grandinate Forti venti Tornado

Buona parte del Centro-Sud Italia

0 0   0

Alpi e Pianure del Basso Piemonte

0 0    

     * trombe marine

DISCUSSIONE

Sud Italia, con particolare riferimento alla Calabria

Al Meridione dell’instabilità permarrà anche per la giornata di lunedì. Specie sulla Calabria sono attesi fenomeni in moto da Nord-Nord Est verso Sud-Sud Ovest. In quota la corrente a getto soffierà attorno ai 120-150 km/h, mentre il DLS si attesterà sui 17-22 m/s. Delle celle temporalesche potranno svilupparsi sul Basso Tirreno e insistere sui rilievi della Calabria, risultando localmente anche semi-stazionarie. Delle convergenze umide scorreranno lungo le coste calabresi tirreniche. Qui il PW si porterà puntualmente anche sopra i 28-30 mm, mentre nei bassi strati il mixr sarà sugli 8-9 g/kg. Dando uno sguardo alle velocità verticali a 700 hPa sono previsti valori anche ampiamente negativi dai principali modelli a scala limitata, sintomo di moti verticali particolarmente vigorosi. L’energia potenziale in gioco, però, non sarà molto elevata (MUCAPE < 500 J/kg, MLCAPE <300-400 J/kg). È stato scelto di mantenere un livello 0 per le piogge, pur rimarcando la possibilità di rovesci intensi molto localizzati che potranno eccedere i 70 mm di pioggia entro la giornata e potranno determinare delle criticità (possibili flash floods). Grandine >1cm potrà presentarsi sul Basso Adriatico e lungo le coste albanesi. Qui il CAPE si spingerà attorno a 700-1000 J/kg. Anche qui è stato mantenuto comunque un livello 0 per tale parametro, non essendo previste tutte le condizioni per l’emissione di un livello 1.

Nord Italia

Dell’instabilità diurna sarà attiva soprattutto sulle Alpi, con fenomeni semi-stazionari. I temporali saranno a cella singola o pulse storm. Al Nord Ovest il MLCAPE si spingerà fino alle 700 J/kg nelle ore pomeridiane, mentre delle correnti di brezza di valle andranno ad esaltare i moti verticali. I temporali potranno essere associati a forti scrosci di pioggia, con associata grandine di piccole dimensioni ma con possibili accumuli al suolo. Le correnti di outflow, inoltre, potranno favorire la nascita di qualche cella temporalesca anche sulle pianure limitrofe, specie nel cuneese.

Sul Nord Est le correnti in quota saranno più tese, con qualche possibile cella ad asse obliquo.

 

Emessa domenica 31 maggio 2020 alle ore 19.58 UTC

Previsore: CARPENTARI

 

Licenza Creative Commons
Questa previsione è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.