PREVISIONE PER DOMENICA 02 AGOSTO 2020

HOME PRETEMP

COME LEGGERE LA PREVISIONE  LEGENDA ABBREVIAZIONI  

SEGNALAZIONI - STORM REPORT

Valida dalle ore 00.00 alle 24.00 UTC di domenica 02 agosto 2020  

IN BREVE 

Un’area depressionaria resta confinata sul Mar di Norvegia, intervallata da due promontori anticiclonici, il primo sull’Atlantico e il secondo a ridosso della Penisola Balcanica, con il coinvolgimento parziale dei settori italiani centro-meridionali, laddove continueranno a persistere condizioni di generale stabilità atmosferica. Dalla giornata di domenica 02 agosto la struttura depressionaria di origine Nord-atlantica si abbasserà gradualmente di latitudine, andando a coinvolgere mediante l’azione di un impulso secondario il Bassopiano Francese. Tale struttura evolverà nel corso delle ore sotto forma di saccatura in tear-off in addossamento dal tardo pomeriggio/sera di domenica in direzione delle Alpi occidentali e centrali, implicando un aumento dell’instabilità anche sulle aree pianeggianti del Nord-Italia. Pertanto delle tenui infiltrazioni di aria via via più fresca in quota andranno a fluire lungo i rilievi alpini centro-occidentale, unitamente all’arrivo di correnti molto umide e altamente instabili da W/S-W. La fase più attiva del peggioramento è attesa dalla tarda sera e le prime ore di lunedì 03 agosto, nonostante ciò dei temporali diffusi ed intensi organizzati alla mesoscala potranno svilupparsi in un primo momento, con alto rischio di eventi meteorologici avversi, in modo particolare sulla Pianura Padana e lungo la Lombardia meridionale tra le Valli del Ticino e la Valle dell’Adda, dove un livello di pericolosità 2 è stato emesso per possibili temporali forti, con il rischio di rovesci persistenti per di più grandinigeni (diametro stimato dei chicchi tra i 30 ed i 50 mm). Un livello 2 sarà valido altresì per possibili raffiche di vento lineari (downburst) ed eventi vorticosi tornadici più localizzati, quest’ultimi più probabili dal tardo pomeriggio/sera tra la Lomellina e la Brianza.

 

FENOMENI ATTESI
NOTA: nella tabella vengono riportati i livelli di rischio previsti per ciascun fenomeno. Il livello di rischio massimo tra i 4 corrisponde a quello riportato sulla cartina di previsione. Si differenziano le zone con livelli di rischio diversi, disponendole su righe diverse.

  Forti piogge Grandinate Forti venti Tornado

Livello 2 (Piemonte, Lombardia, Piacentino e Pianura Padana)

2 2 2 2

Trentino - Alto Adige, FVG e Prealpi

2 2 2 0

Aree a livello di pericolosità 1

1 1 1 1

Toscana settentrionale, Marche e Umbria

1 1 0 0

Aree a livello di pericolosità 0

0 0 0 0

 

DISCUSSIONE 

Sui comparti settentrionali peninsulari il flusso in quota andrà ad assumere una direttrice sempre più ciclonica avente vorticità positiva sul piano isobarico dei 500 hPa - 5400 metri di quota circa.
L’avvezione di vorticità tenderà ad intensificarsi dal tardo pomeriggio/sera, soltanto quando il fronte freddo si appresterà a raggiungere lentamente da Nord-W i comparti alpini centro-occidentali. Su tutta la Pianura Padana il quantitativo di acqua precipitabile sarà alquanto elevato, nell’ordine dei 40 mm, soprattutto lungo le zone pedemontane al confine del Piemonte e della Lombardia, tra la Lomellina e la Brianza, con valori di energia potenziale per la convezione (MU Cape) localmente sui 2000 J/kg, favoriti dall’irraggiamento e dalla presenza di un rapporto di mescolanza a bassa quota sui 15 g/kg. I primi nuclei temporaleschi, in prevalenza multicellulari o di tipo MCS, potrebbero svilupparsi mediante l’interazione dei flussi umidi occidentali con l’orografia alpina e più limitatamente appenninica settentrionale, con un livello 1 di pericolosità valido per possibili nubifragi circoscritti e rovesci grandinigeni di piccola/media dimensione (20-40 mm di diametro) già dalla notte di sabato 01/08. Nel corso del pomeriggio/sera di domenica la divergenza in quota diverrà più accentuata, uniformemente al flusso all’altezza del jet-stream sul piano dei 250 hPa, che tenderà a guadagnare velocità portandosi oltre i 150 km/h. Aumenterà ad effetto il parametro DL shear 0-6 km oltre i 25 m/s, in linea di massima tra il Monferrato e la Lomellina, luoghi in cui non si può escludere la formazione di un sistema temporalesco a supercella avente asse rotatorio e/o inclinato. Gli pseudo-odografi evidenziano difatti un’interessante taglio del vento verticale lungo tutta la colonna d’aria (windshear direzionale positivo). La convezione dal tardo pomeriggio potrà risultare pronunciata o addirittura improvvisa, considerando un forte taglio del vento verticale nello spessore troposferico 0-3 km >20 m/s in un ambiente ad elevato potenziale per la convezione. L’SRH tra 0-3 km si attesterà oltre i 300 m^2/s^2, in un indice composito di elicità risultante >3, motivo per il quale è stato emesso un livello di pericolosità 2 valido per possibili eventi tornadici di natura mesociclonica.

Inoltre emergono delle perplessità sull’esatta collocazione della fenomenologia, poiché i temporali che si svilupperanno primariamente in corrispondenza dell’Appennino Ligure e/o Tosco-Romagnolo potrebbero causare l’innesco di linee di deflusso a basso livello, proprio in direzione della Pianura Padana e Veneta, nel caso ovviamente di outflow boundary alla mesoscala. Appunto per questo un livello di pericolosità 1 è stato esteso fino alla Romagna e il Veneto meridionale per possibili temporali forti multicellulari, con il possibile e subitaneo sviluppo di un sistema supercellulare.

Nel corso della notte i temporali si estenderanno verso il Veneto, Trentino - Alto Adige e FVG, quando un minimo di bassa pressione andrà approfondendosi ulteriormente in direzione delle regioni centro-settentrionali.

In conclusione dei temporali termoconvettivi isolati da debole a moderata intensità potranno svilupparsi a ridosso dell’Appennino centrale e meridionale della Lucania. Un livello 1 sarà valido per forti piogge concentrate esclusivamente sulle zone interne di Marche e Umbria.

 

Emessa sabato 01 agosto 2020 alle ore 16.30 UTC

Previsore: ROTUNNO

 

Licenza Creative Commons
Questa previsione è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.