PREVISIONE PER MERCOLEDÌ 14 AGOSTO 2019

HOME PRETEMP

COME LEGGERE LA PREVISIONE  LEGENDA ABBREVIAZIONI  

SEGNALAZIONI - STORM REPORT

Valida dalle ore 00.00 alle 24.00 UTC di mercoledì 14 agosto 2019 

IN BREVE 

Una debole ondulazione depressionaria attraverserà l’intera penisola dalla notte di martedì 13/08 e per le successive 24 ore di mercoledì 14/08. Durante il passaggio della saccatura in prossimità del Mediterraneo centro-occidentale si avvierà una debole frontogenesi. Il sistema frontale freddo entrerà seguentemente e celermente in fase di decadimento verso il Mar Tirreno centrale e meridionale. Il transito del fronte freddo sarà preceduto da un sottile flusso sud-occidentale umido tra 1-3 km, che contribuirà ad aumentare moderatamente il grado d’instabilità su numerosi settori peninsulari del dominio previsionale. Il transiente si evidenzierà più articolato a ridosso della Penisola Balcanica, laddove l’avvezione di aria più fredda sul Mar Adriatico potrà sostenere la formazione di un blando minimo al suolo sul medio-basso Adriatico (1007hPa) con possibili forti temporali organizzati in cluster multicellulari durante la notte su: Medio-Alto Adriatico, Slovenia e zone interne della Croazia. Dalla tarda mattina e dal pomeriggio/sera di mercoledì 14/08 i sistemi temporaleschi organizzati si estenderanno fin verso la Bosnia e il Montenegro, dove è stato emesso un livello di pericolosità 1 per possibili grandinate e raffiche di vento lineari. Per quanto riguarda l’Italia settentrionale e centro-settentrionale sarà ancora valido un livello di probabilità e pericolosità compreso tra 1 e 2. La formazione dei sistemi temporaleschi sarà favorita da un buon gradiente termico verticale indotto dall’entrata dell’isoterma -16°C sul piano isobarico dei 500hPa. Saranno possibili raffiche di vento lineari, rovesci grandinigeni e fenomeni più localizzati come tornado o trombe marine. Dal primo pomeriggio di mercoledì l’instabilità interesserà anche le zone centrali e meridionali peninsulari con il possibile coinvolgimento delle aree pianeggianti comprese le coste adriatiche. Un livello 1 di pericolosità è stato emesso per possibili forti piogge intermittenti, raffiche di vento e rovesci grandinigeni ≥30/40 mm di diametro.

 

FENOMENI ATTESI

NOTA: nella tabella vengono riportati i livelli di rischio previsti per ciascun fenomeno. Il livello di rischio massimo tra i 4 corrisponde a quello riportato sulla cartina di previsione. Si differenziano le zone con livelli di rischio diversi, disponendole su righe diverse.

  Forti piogge Grandinate Forti venti Tornado

Romagna, Valle del Rubicone e Marche settentrionale a livello 2

1

2

2 1

Emilia-Romagna e Marche a livello 1

1

1

1 0

Balcani

1

1

1 1

Abruzzo meridionale, Appennino Sannita, Molise, Basilicata orientale, Puglia e bacini costieri medio-basso Adriarico

1

1

1 0 / 0*

Aree a livello di pericolosità 0 

0

0

0 0*

     * trombe marine

 

DISCUSSIONE

…Alto Adriatico, Pianura Padana, Emilia-Romagna e Marche settentrionale…

L’avvezione di aria più fredda dall’Atlantico verso il bacino del Mar Mediterraneo determinerà nelle prossime ore l’instaurarsi di una modesta ventilazione a circolazione ciclonica con minimi centrati sul medio-basso adriatico, dove si prevede un marcato incremento della ventilazione dai quadranti Sud-orientali dall’Adriatico settentrionale in direzione del Delta del Po. Nel pomeriggio/sera di martedì 13 agosto il mixing ratio tra 0-500 metri ha subito un graduale aumento, portandosi oltre i 15 g/kg su tutta la sezione del Mar Adriatico settentrionale comprese le aree interne dell’Alta e Media Valle del Reno per l’ingresso di aria più fredda dai quadranti Nord-orientali. L’aumento della ventilazione da N-E nei bassi livelli troposferici (>50-60 km/h) ha provocato altresì un trasporto rilevante dell’umidità tra 0-2 km verso la Romagna e l’Appennino Tosco-Romagnolo, contribuendo alla formazione di un cospicuo strato di energia potenziale per la convezione localmente >2000 J/kg. Su tali settori saranno presenti inoltre modesti piani d’inibizione a causa dell’avvezione di aria più secca a bassa quota da N-E sul Mar Adriatico con indice CIN localmente >100 J/kg. Per tale motivo è stato emesso un livello 1 di probabilità e pericolosità per il rischio di forti temporali, che potranno delinearsi anche di natura supercellulare sulle aree peninsulari della Pianura Padana meridionale e sulla Romagna. Il windshear sarà positivo ed elevato soprattutto in velocità con DLS 0-6km (>30 m/s), contrariamente al LLS 0-1km che risulterà più debole (compreso tra i 10-15 m/s) con isolati rinforzi provocati prevedibilmente dalle convergenze al suolo. Un livello 2 di pericolosità e probabilità sarà valido per il rischio forti raffiche di vento lineari, rovesci grandinigeni ed eventi più localizzati come trombe d’aria o trombe marine lungo i bacini costieri.

Il rischio di fenomeni severi si evidenzierà maggiore dalla notte di martedì e durante le prime ore di mercoledì 14/08 lungo i bacini costieri della Romagna, della Valle del Rubicone e al largo sull’Adriatico settentrionale. Tali settori si ritroveranno in corrispondenza del ramo sinistro in uscita del getto in quota (>50 m/s) e di conseguenza sussisteranno le condizioni per improvvisi rinforzi dei moti convettivi con il conseguente abbattimento del CAP d’inversione.

…Aree interne e settori centro-meridionali peninsulari compresi i bacini costieri del medio-basso Adriatico…

Nel pomeriggio temporali forti inizieranno a svilupparsi anche a ridosso dei rilievi dell’Appennino Abruzzese e Sannita sotto forma di sistemi multicellulari che potrebbero determinare forti piogge concentrate con possibili nubifragi localizzati, rovesci grandinigeni di medie dimensioni e raffiche di vento, con fenomeni in estensione fin verso le pianure adriatiche centro-meridionali. Sulle aree del medio-basso adriatico saranno presenti valori di MU Cape >2000 J/kg con DLS <20 m/s e un gradiente termico verticale molto instabile. Il Tdewpoint sarà >20°C con PWAT >40mm specialmente tra l’Appennino Sannita, Basilicata orientale, Gargano, Tavoliere e Le Murge, laddove è stato emesso un livello 1 di pericolosità per possibili forti temporali organizzati con il rischio di nubifragi localizzati e grandinate ≥30/40 mm di diametro.

Sui restanti settori a livello di pericolosità 0 saranno possibili temporali più isolati o generici con il rischio di fulminazioni e occasionali raffiche di vento.

Le condizioni tenderanno a stabilizzarsi su buona parte del dominio previsionale dalla sera con un graduale e generale ritorno alla stabilità atmosferica.

 

Emessa martedì 13 agosto 2019 alle 18.15 UTC 

Previsore: ROTUNNO

Licenza Creative Commons

Questa previsione è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.